Racconti

Il portasfiga professionale

sfiga

Porto sfiga. Di più: sono un portasfiga professionale.

Lo so, da questo momento nessuno mi offrirà più un lavoro, eppure è così e la mia vita lavorativa, tappa dopo tappa, ne è la dimostrazione: quando do le dimissioni, le aziende per cui lavoravo vanno a gambe all’aria.

Sono uno che si entusiasma dei progetti che gli vengono proposti, io, e che si affeziona alle persone con cui li condivide. Ci metto sempre anima e cuore nelle cose che faccio. Ma so che nel profondo covo una patina di volubilità: prima o poi viene fuori e mi fa scalpitare, desiderare di andare a fare altro, perché il mondo è grande, la vita una sola e non bisogna mai dire mai. A quel punto inizio a essere divorato dalla noia, comincio a guardarmi intorno. Ho bisogno dell’adrenalina quotidiana che – se anche mi risveglia al mattino con un filo sottile di ansia – mi fa sentire vivo, protagonista del mutevole progetto della vita.

E lì parte la sfiga: lo sanno bene i miei ex datori di lavoro. Non passa molto tempo dalla mia scelta di andarmene, che attività imprenditoriali floride e produttive si trasformano in veri e irreparabili disastri. Tutto si ridimensiona, diventa chiaro che ero io il motore del successo, anche se loro, i datori di lavoro, non lo avevano capito, e mi hanno lasciato andare credendo che morto un papa se ne fa sempre un altro. Troppo tardi nasce in loro il pentimento.

Anche nel posto in cui lavoro adesso comincio a sentire la stanchezza. Potrei fare un libro fotografico delle mie esperienze passate e presentarlo al mio attuale titolare: magari chiedergli un aumento per evitargli di finire sul lastrico. Ma chi sono io per dire agli altri cosa è meglio fare? Chi è causa del suo mal pianga se stesso e, diciamoci la verità, nessuno crede davvero che si possa portare sfiga a tal punto. Così, quando sento che è arrivato il momento, preferisco andarmene in silenzio, senza rimpianti: camminare a passi veloci verso il mio futuro, aspettando di sentire alle mie spalle il rumore di un nuovo crollo.

(Stefano Simonini) ©riproduzione riservata

 

Annunci

2 thoughts on “Il portasfiga professionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...