Inquieto vivere

La rivincita dei pisellini

pisellini

Per noi uomini che negli spogliatoi delle palestre ci siamo sempre sentiti a disagio perché, allevati nel mito dei sedici centimetri, mal sopportavamo la vista del ben di dio sfoderato impunemente dal nostro vicino di doccia, che era lì a ricordarci il nostro essere in difetto, costringendoci ad anni di docce in costume e a scollegare anche l’udito per non sentire il rumore dell’attrezzo che, quando camminava, gli sbatacchiava contro la coscia;

per tutti noi che, ancor prima di levare accappatoio o asciugamano, ci infilavamo dentro le mutande – adducendo la scusa di un’educazione cattolica e pudica – pur di non mostrare ciò che non raggiungeva l’agognato minimo traguardo;

per quelli come noi che, pur di non far cadere l’occhio sulla mutanda sempre troppo vuota, si sono massacrati di pesi e steroidi, per ingigantire la massa muscolare e costringere gli sguardi sulla tartaruga o i pettorali;

ebbene sì, per noi, popolo dei reietti sotto la media, è finalmente arrivato il giorno del riscatto, che non solo ci riabilita, ma cancella le umiliazioni che ci siamo auto inflitti nei secoli dei secoli!

Siano osannati David Veale e i suoi colleghi, ricercatori del prestigioso South London and Maudsley Nhs Foundation Trust, che dopo un anno di duro e indefesso lavoro, giorno e notte, estate e inverno, centimetro dopo centimetro, hanno misurato la bellezza di quindicimilacinquecentoventun piselli, a riposo e in erezione, dimostrando, con una pubblicazione sul British Journal of Urology International, che la storia del sedici era tutta una bufala, perché la media vera, a livello internazionale, è di soli tredicivirgoladodici (13,12) centimetri di lunghezza e di undicivirgolasessantasei (11,66) centimetri di circonferenza: che fa una gran bella differenza,

Sfatando anche il mito che le misure dipendano dalla razza di appartenenza, dalla grandezza delle mani e dalla lunghezza del naso, così da non sentirci più delle merde quando incontriamo il Mandingo di turno: anche lui potrebbe essere uno di noi, portatori sani del tredici e qualcosa.

(Stefano Simonini) ©riproduzione riservata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...