Racconti

La casa del sole nascente (6 agosto 1945)

hiro

Ricordo che il sole sorse un po’ più tardi quel mattino. Era ancora buio quando mi alzai dal letto. Guardai dalla finestra e, verso il porto, vidi solo nero, e nebbia, e sagome incerte di navi. L’orologio della cucina segnava le otto e un quarto. Andai di là, a svegliare la mamma, e in quel momento, finalmente, il sole sorse. Poi sentii il vento, il rumore, le orecchie appesantite. L’orologio si fermò alle 8:16 e 8 secondi. Caddi sul pavimento e su di me crollò tutto quello che la mamma aveva appoggiato sul tavolo la sera prima: la tovaglia, le stoviglie, le bacchette, un libro che dovevo riportare in biblioteca. Avevo sette anni. Non era mai successo, prima di quella volta, che il sole facesse così. Era il 6 agosto 1945. Abitavamo ad Hiroshima. Adesso ho 77 anni. Sono quasi viva. Da quel giorno, tutte le mattine, mi alzo soltanto quando il sole è già sorto.

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

Annunci

2 thoughts on “La casa del sole nascente (6 agosto 1945)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...