Libri

La vita, l’amore, l’autostrada e la fine del tempo

autonauti

A Q e al suo non guscio di lumaca

Lo dico subito: Gli autonauti della cosmostrada è il libro più bello che abbia letto negli ultimi tempi (nonostante sia uscito tre anni fa). Dico di più: leggendo le ultime pagine mi è venuto da piangere; e ho pianto. Ho pianto per il Lupo (Julio Cortázar) e per l’Orsetta (Carol Dunlop), ho pianto per Fafner (il loro camper Volkswagen) e ho pianto per me (il Pallido lettore). Cos’è Gli autonauti della cosmostrada? Un diario di viaggio, un romanzo fantastico, un poema cavalleresco, una piccola summa enciclopedica, un libro di fantasmi, una lunga poesia d’amore, un esercizio di meditazione zen, la trascrizione di una seduta psicanalitica? Tutto questo insieme, con in più il gioiello della scrittura. Ci sono pagine memorabili, come quella in cui l’Orsetta racconta il corpo del Lupo emergere dal buio della notte man mano che gli occhi si abituano all’assenza di luce. O l’altra, in cui il Lupo descrive l’abbozzolarsi dell’Orsetta, sul far del mattino, dentro il lenzuolo del letto, trasformato in una specie di crisalide da cui sgusciar fuori a giorno fatto come una farfalla nata a nuova vita. Dentro la cornice di un viaggio sull’autostrada Parigi-Marsiglia, facendo tappa in tutte le stazioni di sosta presenti sul percorso (due al giorno), raggiungendo il paradosso di far durare più di un mese un tragitto che, normalmente, si percorre in una decina di ore.

Un viaggio durante il quale i due esploratori si raccontano spudoratamente, rivelando debolezze, ossessioni, segreti, perché, come scrive l’Orsetta: «Scrivere è sempre accettare il rischio di dire tutto, anche – e soprattutto – senza saperlo». Un viaggio che il lettore compie assieme ai suoi compagni avventurieri: guidando con loro, osservando con loro, sognando con loro, mangiando e bevendo con loro, facendo l’amore con loro, visto che (è sempre l’Orsetta che scrive): «Una volta che si è accettata l’avventura amorosa non ha senso, quando l’altro scosta le lenzuola come se scoprisse una spiaggia bianca e tiepida, dire: “Ah, ma io gli slip non li tolgo”».

Alla fine del libro, quando Fafner approda come un vascello di pirati al porto di Marsiglia, la commozione sale e la frase dell’Orsetta – «Oh, Julio, quant’è durato poco il viaggio» – se non angoscia, come accaduto ai due autonauti, mette davvero malinconia e tristezza, al punto da far piangere. Forse perché già sappiamo che presto anche l’altro viaggio di Julio e di Carol finirà. Forse perché al loro sovrapponiamo il nostro viaggio – sia esso quello della vita, dell’amore o della strada – e ci riempie di sgomento scoprire quanto sia stato breve, sfuggente, incompiuto.

PS. Dopo aver letto questo libro, leggete il racconto di Cortázar intitolato L’autostrada del sud: aggiungerete sorpresa a sorpresa.

Julio Cortázar – Carol Dunlop, Gli autonauti della cosmostrada, Einaudi – pp. 376, € 21,00

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

Annunci

One thought on “La vita, l’amore, l’autostrada e la fine del tempo

  1. Caro Stefano (e cari Verandieri),

    mi affaccio dal mio eremo (che non è, per l’appunto, un guscio di lumaca) – eremo felice – e ti ringrazio sinceramente per l’invito e la “dedica” in cima all’articolo. L’ho apprezzato davvero molto. L’avrei letto comunque, ad ogni modo – con sorpresa perché ancora troppo poco so di Cortázar, e con affetto, perché basta saperne un poco per volergli bene e provare riconoscenza.
    Segno perciò nella lista di letture da procurare e rinnovo, a te e agli altri moschettieri, la più autentica stima. Con amistà.

    Q.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...