Storie e persone

Anche i muri sanno essere gentili

muri

È la più bella storia di Natale apparsa sui giornali in questi giorni, e arriva da un paese musulmano. A Mashhad, una città del nord dell’Iran, dove in inverno le temperature scendono spesso sotto lo zero, sono nati i Muri della gentilezza: pareti colorate, “sorridenti”, che invitano ad avvicinarsi, cosparse di ganci su cui appendere vestiti fuori moda, fuori misura o che, semplicemente, non si usano più. «Se non ti serve, appendilo. Se ne hai bisogno, prendilo» è il motto dei Muri della gentilezza. Un modo semplice, discreto, privo di retorica e “gentile” per aiutare chi non ha una casa e vive all’aperto, chi non può permettersi di acquistare vestiti invernali, chi è in difficoltà per una ragione qualsiasi.

Siamo abituati a pensare ai muri  – soprattutto in medio oriente – come a elementi che dividono e fomentano odi e violenze. I Muri della gentilezza – che si fanno amare già per il loro nome – fanno invece il contrario: uniscono. Uniscono uomini separati dalla fortuna, dai giochi spesso strani del destino, dal chiudersi e aprirsi incontrollabile delle porte della vita. Uniscono attraverso una giacca, un cappotto, una sciarpa, un cappello usati: e, come insegna la leggenda di San Martino, non c’è atto più misericordioso che donare a un povero il proprio vestito. Grazie alla spinta dei social, i Muri della gentilezza sono spuntati in molte altre città dell’Iran. Perché la gentilezza è come una carezza: nessuno è troppo povero per poterla donare.

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...