Inquieto vivere

Seconda serata in TV

porta

Ieri sera ho visto Porta a porta. C’era il figlio di Hitler, un simpatico e rubizzo settantenne, nato nel bunker della cancelleria pochi giorni prima che suo padre e sua madre fossero dati per morti. Ha parlato dei suoi genitori (Adolf e Eva Braun), ha raccontato della sua infanzia in Argentina, accanto a un padre sessantenne che si divertiva con lui come un bambino. Ha ricordato lo zio Goebbels e i suoi dodici pargoli (che tutti chiamavano gli apostoli). Pungolato da Vespa, che lo incalzava con domande tipo «cosa guardava suo padre in tv?», «si ricorda cosa mangiavate più spesso?», «avete avuto un altro cane, dopo la povera Blondie, morta nel bunker?», Hitler jr ha espresso qualche parere sui propri genitori: dolcissimi, deliziosi, amanti degli animali, straordinariamente portati per le arti. Interpellato di sfuggita (a margine di un commento sulla presenza di una squadra israeliana in Champions League) riguardo lo sterminio degli ebrei, si è limitato a esprimere il suo rincrescimento, dichiarando, in ogni caso, che le cifre andrebbero riviste: anzi, a tal proposito ha richiesto ufficialmente un riconteggio dei morti, per riabilitare anche ufficialmente la memoria del padre, vilipesa da storici di parte. «La solita macchina del fango?» ha commentato il conduttore. «Non tanto quello» ha ribattuto l’ospite «quanto, piuttosto, uno spiacevole fraintendimento. Le intenzioni di mio padre erano più che buone, ma non sempre ci si può fidare delle maestranze. Lui voleva risolvere i problemi degli ebrei e qualcuno ha inteso: risolvere il problema ebraico

«Qual è il ricordo più vivo che ha di suo padre?»

«I baffi. Erano meravigliosi.»

«E di sua madre?»

«Quando mi disse: Non dimenticare mai chi è tuo padre. Segui le sue orme. Metti a frutto la sua eredità.»

«Che lavoro faceva nella vita?»

«L’idraulico.»

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...