Luoghi

Metti una notte in un museo

letti

Trascorrere una notte all’interno di un’installazione, in uno spazio espositivo? Si può, presso l’Hangar Bicocca, a Milano.

Si tratta di due letti che, sottoposti ad un movimento quasi impercettibile, si spostano senza sosta su una superficie di 500 metri quadri. Viene garantito il risveglio in una posizione diversa da quella in cui ci si è addormentati.

Two roaming beds (due letti che si spostano) è parte della mostra Doubt di Carsten Höller, in corso e visitabile fino al 3 luglio, che include circa venti opere tra nuove e vecchie produzioni dell’artista belga, classe 1961, che vive tra la Svezia e il Ghana.

Fitopatologista di formazione, con un dottorato in scienze dell’agricoltura, negli anni ‘90 passa al mondo dell’arte con installazioni che spesso mirano allo spaesamento e comportano l’interazione con i visitatori anche tramite attività ludiche: si tratti di una serie di scivoli circolari, di funghi giganteschi o di giostre per adulti. Uno dei suoi scivoli è stato commissionato da Miuccia Prada per il suo ufficio di Milano; fa scendere chi lo desidera, superando un dislivello di tre piani, fino in cortile.

Dormire nei letti semoventi non è esattamente alla portata di tutti: una notte per due persone costa 500 euro, colazione e kit di dentifrici colorati dall’artista inclusi, ma chi ha sperimentato l’evento si è detto entusiasta, nonostante lo spazio espositivo faccia un po’ pensare a un ospedale psichiatrico.

Si potrà quindi affermare: ho dormito, non cullato dalle onde, o dal dondolio del vento, ma trasportato da un movimento meccanico per tutta la notte; un’ambientazione che sembra sposarsi alla perfezione con la forma e i ritmi delle metropoli. E poi, a pensarci bene, quello che ci accade dormendo non è proprio essere portati in luoghi e condizioni che non riusciamo a controllare, né sappiamo dove ci conducono?

Certo, guardare i letti semoventi è sufficiente per rendersene conto e se lei, signor Höller praticasse degli sconti, un pensierino ce lo farei, ma sa in tempi di crisi…

Carsten Höller
Doubt
a cura di Vicente Todolí
Pirelli HangarBicocca
via Chiese 2
20126 Milano
fino al 3 luglio.

(Paola Giannelli) © riproduzione riservata

Annunci

2 thoughts on “Metti una notte in un museo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...