Storie e persone

Parola di Roberto Carlino

carlino

Non guardo mai i canali Mediaset – non mi interessano i programmi, mi risultano indigesti i presentatori e nutro una forte antipatia per Silvio “bunga bunga” Berlusconi – ma mi capita di sfiorarli facendo zapping.

Proprio scivolando con il dito sul telecomando, ogni tanto incappo in uno dei personaggi più surreali della televisione italiana, che mi ricorda – e non so perché, dato che mi risulta essere eterosessuale – lo stereotipo comune dell’omosessuale, come il mago Othelma, Solange o Cristiano Malgioglio. Quel personaggio è Roberto Carlino, presidente e faccia televisiva della Immobildream.

Chi è Roberto Carlino?

Il signore, che sembrerebbe essersi fatto da solo a partire dal lontano 1975 – come se in questo paese fosse possibile farsi da soli – ha avuto un passato da consigliere regionale del Lazio, nelle file di Forza Italia, e si è candidato, nel 2009, al parlamento europeo per l’Unione di centro: purtroppo, non è stato eletto.

Vanta un’amicizia trentennale con patron Silvio e pare che quest’ultimo volesse candidarlo alla carica di sindaco di Roma. Di questa possibilità, per nostra sfortuna, si è persa traccia. Non si è smarrita, invece, la buona abitudine silviesca e carlinesca di frequentare i centri abbronzatura. È grazie alla sua tinta “ocra acceso”, tendenza bordeaux o cuoio scuro (secondo le giornate), che il Carlino buca lo schermo e rimpolpa le finanze, grazie alle televendite della sua Immobildream.

Ogni volta che lo vedo, la domanda che mi faccio è: la comprerei una casa da Roberto Carlino? Uno che a Carlo Conti gli fa un baffo, uno dei più grandi consumatori al mondo – insieme a Silvio – di fondo tinta, uno che più che un essere umano sembra essere un pain au chocolat con il naso? Io no. Piuttosto che cedere al suo «non vendo sogni, ma solide realtà» vivrei in affitto tutta la vita, perché sono certo che, se i miei soldi li spendessi con lui, Carlino mi raggiungerebbe in sogno tutte le notti (con quella faccia un po’ così, e quel colore un po’ così che abbiamo noi che ci piacciono le Maldive tutto l’anno) e lo vedrei svolazzare come un pipistrello lampadato (e un po’ frufrù) nei quattro locali di casa mia. No, proprio non ce la posso fare. Parola di Roberto, anzi Robberto Carlino.

(Stefano Simonini) © riproduzione riservata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...