Inquieto vivere

Pubblicità pro-cesso

cess

Gli spot pubblicitari – soprattutto quelli che accompagnano i programmi serali – sono diventati un vero e proprio bollettino di guerra per l’estetica e la salute.

A sentire i pubblicitari, infatti, più che di un corpo saremmo dotati di un cesso ambulante.

Nel variegato ventaglio di proposte troviamo al primo posto le perdite urinarie: siamo diventati un paese di piscioni. Se fino a qualche anno fa, il problema era esclusivamente femminile, ora tocca anche noi maschietti. Anzi, saltando il passaggio per il pannolino, a noi hanno destinato immediatamente la mutanda che, raccolta la perdita, sprigiona una sostanza idratante che combatte gli arrossamenti. Perdite e tecnologia ormai vanno di pari passo: quello con le ali, una volta riempito vola via da solo.

Gonfiore di pancia e la flatulenza non si combattono con messaggi che invitino a non ingozzarsi di qualsiasi cosa capiti a tiro, proponendo una dieta ricca e regolata: no, il disturbo si risolve a suon pastiglie che fingono di risolvere il problema e, se curano da una parte,creano problemi dall’altra. Per i casi disperati esiste una proposta strutturata di lassativi e, in caso di stitichezza persistente, un sano trattamento “fai da te” alle emorroidi – ogni sera, intorno alle ventuno, sul vostro canale preferito – risolverà il problema.

La sudorazione eccessiva si combatte con prodotti il cui funzionamento è così garantito che, al mattino, prima di uscire di casa per recarsi al lavoro, le coppie non si baciano più le labbra, ma le ascelle.

Per il mal di testa, ecco pastiglie di tutti i tipi e dai colori diversi: se ti capita quello da dolore mestruale, dopo mezz’ora l’effetto è tale che puoi già saltare gli ostacoli. Gira anche una pubblicità raccapricciante sulla capacità del maschio medio di sapere usare un tampax: che sia in arrivo una malattia femminile paralizzante gli arti superiori di cui non ci hanno ancora detto niente?

Noi maschietti, infine, piantiamola di ciondolare in giro per casa tutta la notte, inventando ogni tipo di scusa: il garage, il gas, le finestre aperte. Prendiamola ‘sta cazzo di pastiglia per la prostata e lasciamo dormire sonni tranquilli a chi ci sta a fianco. Tanto, quando il cesso sarà definitivamente otturato, ci penserà l’outlet del funerale, tutto a 1099 euro, prezzo anticrisi! E via di soluzione definitiva: destinazione paradiso.

(Stefano Simonini) © riproduzione riservata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...