Poesia

ho capito che eri tu

womn-smoke

ho capito che eri tu

quando ti sei seduta sulla sedia

e mi hai guardato

non per guardarmi

non perché ero lì

ma per vedere la mancanza

e la perdita

coprire la distanza

perdonare

vedere le mie dita sul bicchiere

e domandare al vino

chi dei due

non io non tu

fosse il più vecchio

con gli anni ancora aperti

il latte agli incisivi

la tenerezza

e non il sangue

non la nebbia degli angoli incerti

il buio nella manica

mentre si taglia il pane

 

ho capito che eri tu

quando ti sei seduta

e mi hai baciato

non per baciarmi

ma perché ero lì

mancanza e perdita

distanza perdono

dita e una domanda

chi di noi due

non tu non io

fosse il più giovane

camicia inamidata

porta senz’uscio

unghie mai tagliate

e tenerezza

dietro gli angoli incerti

dove si spezza il pane

con le mani

 

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

Annunci

2 thoughts on “ho capito che eri tu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...