Storie e persone

America live

clump

Ormai ci siamo. Fra pochi giorni sapremo chi è il nuovo presidente degli Stati Uniti: “Secchiona” Hillary o “Magnaccia” Donald? In entrambi i casi sarà una prima volta: la prima donna, il primo evasore fiscale (almeno, per quanto ne sappiamo). La vittoria dell’una o dell’altro aprirà scenari (bruttissima parola) mai visti prima. Facciamo qualche ipotesi.

Vince Hillary. Ogni cittadino americano viene obbligato a spedire dalla 30 alle 45 mila mail, strettamente riservate e da cui potrebbe dipendere la sicurezza nazionale, usando indirizzi di posta privati e accessibili a qualsiasi hacker – anche la guardia notturna dell’asilo dove va mio figlio – così l’FBI non ci capisce più un cazzo e tutto finisce a tarallucci e vino (anzi, a pancake e sciroppo d’acero, essendo in America). La sala ovale, dopo i trascorsi della presidenza Bill e per evitare spiacevoli giochi di parole, viene ribattezzata sala rettangolare. Chelsea Clinton, con una legge votata dal senato, vince Miss America. Trump è nominato maggiordomo della Casa Bianca. Barack torna a fare il giardiniere (così impara a vincere le primarie contro Hillary) e Michelle finisce in cucina, a lavare i piatti. Sunny e Bo, i due cani della famiglia Obama, vengono ceduti in comodato d’uso a un ristorante cinese (il contratto è già firmato). Essere antipatiche e con una spiccata personalità anale diventa condizione necessaria e sufficiente per essere eletti Presidente degli Stati Uniti. Tramite una rapida riforma costituzionale, la repubblica diventa monarchia ereditaria. Bill viene nominato principe consorte e il principe Filippo, il Duca di Edimburgo, è scelto come suo tutore. Basta battute sulle donne. Abrogazione dei parrucchini. L’arancio carota viene cancellato dai cromari.

Vince Donald. La Casa Bianca viene ribattezzata Casa Orale. I trapianti di capelli cominciano a godere di benefici fiscali proporzionali al quantitativo di tessuto trapiantato. La scritta In God we Trust, stampata sui dollari, viene sostituita da In God we Trump. I vocaboli misoginia, misogino e correlati sono cancellati dai vocabolari. Viene creato il ministero per le molestie sessuali. L’obbligo del parrucchino è esteso a tutti i maschi sopra i 36 mesi (prima no, perché piccole parti potrebbero essere ingerite provocando soffocamento). Rocco Siffredi è nominato vice presidente. Berlusconi diventa segretario di stato.

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...