Siccome essere una persona qualunque non è più di moda, e tutti aspirano a un momento di gloria – l’importante non è perché se ne parli, ma che, in ogni caso, se ne parli – arriva fresca fresca dagli Stati Uniti, forse in omaggio alla nuova era Trump, la moda del momento: la dickliner. Per tutti coloro che non masticano l’inglese, significa “linea del cazzo”, ovvero l’arte di disegnarsi un pene come contorno occhi.

È stata Asia Brautigam – una diciannovenne californiana – ad avere la geniale idea, truccandosi di tutto punto e postando le proprie fotografie sui soliti social network. Ha raccolto così tanti consensi che, nel giro di pochissimi giorni, la moda è diventata virale, e ha contagiato migliaia di ragazze in tutto il mondo. Facendo sfoggio delle fantasie più svariate, le fanciulle hanno iniziato a disegnarsi cazzi e coglioni attorno agli occhi – di svariate misure e colori – per poi postare le proprie foto su Instagram: la più simpatica vince ricchi premi e cotillons (o coillons, secondo i gusti).

Chi volesse averne una visione d’insieme di questa nuova arte, deve solo inserire l’hashtag #dickliner sui social network: si potrà avventurare in una vera e propria collezione di fotografie, provenienti da tutto il mondo. A dimostrazione – se ancora ce ne fosse bisogno – che la pochezza umana è ormai scesa così in basso, da spegnere gli ultimi neuroni che ancora sembravano funzionare.

Chi decidesse di fare un film su questa nuova moda – che speriamo sia più passeggera delle altre – potrà avvalersi, per la colonna sonora, dell’ormai adulta Cristina D’Avena – e dunque con l’età per fare tutto – e farle cantare la versione aggiornata di un suo vecchio successo: Oh oh oh, Occhi di cazzo.

Annunci