Luoghi

La giostra della luce

car

Nel centro di Bucarest c’è un bellissimo edificio del XIX secolo che è stato trasformato – da qualche tempo – in quella che è considerata la più bella libreria del mondo: Cārturesti Caruel, la Giostra della Luce, un luogo che con uno stile innovativo ed elegante, ha rivoluzionato l’immagine di quest’area della città, che era diventata appannaggio delle boutique delle grandi firme del lusso internazionale.

L’edificio, che ospitava una banca agli inizi del ‘900, era poi diventato un negozio di abbigliamento dagli anni ’40 alla fine degli anni ’90: negli ultimi vent’anni, dopo la chiusura del negozio, è stato un palazzo abbandonato e in rovina. Fortunatamente, quando ancora le vestigia resistevano al passare del tempo, è stato acquistato e trasformato in una libreria di futuristica bellezza che, nei lavori di ristrutturazione ha incorporato i segni della sua storia, e delle varie metamorfosi, in mostra ai numerosi visitatori che, ogni giorno, si recano in visita.

Più di diecimila libri, musica di tutto il mondo, un bistrot, una galleria d’arte che ospita le creazioni dei giovani artisti rumeni, presentazioni di libri e numerosi concerti animano i sei piani di questa imponente libreria che, con le sue luci scintillanti, illumina le notti della cultura della capitale rumena.

Ho vissuto a Bucarest – quasi vent’anni fa – per più di un anno e conservo il ricordo di una città difficile per uno straniero (nella prima settimana ho pianto ogni giorni, al pensiero di dovere vivere lì), ancora in ginocchio per l’appiattimento estetico e culturale che il governo di Ceaucescu aveva prodotto; un paese grigio e senza luce, abitato da gente che ancora faticava ad alzare la testa sorridendo alla vita, nonostante il dittatore fosse morto da dieci anni.

Oggi non posso che sorridere di questa rinascita – ho visto delle fotografie per le quali non so riconoscere la città dove ho vissuto, ancora con le ferite di decenni di miseria e di stenti – un ritorno al piccolo gioiello degli anni venti quando, in tutto il mondo, Bucarest veniva chiamata la “Parigi dell’est”.

(Stefano Simonini) © riproduzione riservata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...