Poesia

Dobbiamo costruire un baule

baule

Dobbiamo costruire un baule,
meglio una cassapanca
di quelle da corredo
quelle degli anni andati.
Tra veline e naftalina
dobbiamo riporci i ricordi,
i segni di carta del nostro passato,
la gomma masticata,
il telefono con il numeratore rotondo,
i tasti da premere:
rosso o verde, che fai?
Eccolo, il suono distante
insieme al blocco di appunti,
i segni di cabala,
i tasti picchiettati senza voglia,
i disegni su carta lucida
e le lamette a cancellare
linee e realtà.
I nostri vent’anni,
il sapore di ieri,
via
è tutto chiuso,
fra trine e veline
e un sentor di lavanda,
come lenzuoli preziosi,
testimoni silenti di prime notti
che più non sono,
che già non erano.
Vivo,
oggi
e chiudo il passato.
Chiudo le imposte
e le palpebre.
Rimarrà la cassapanca,
lucida e netta
sostegno ignaro
del posacenere,
di questa sigaretta.
brace ardente del mio passato, qui.
ora.

(Susan Moore) © riproduzione riservata

 

Annunci

2 thoughts on “Dobbiamo costruire un baule

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...