Poesia

La salamandra

sala

Poi scivolavi lungo la parete
che non era più fatta di luce
ma di spugna,
erano gli attimi in cui non respiravi
per infilarti nei calzoni di tuo padre
quelli più lunghi
con la riga scura
stesi sul pavimento come ombre.

Era tutto rivolto all’indietro,
tutto incerto,
nemmeno il ragno, spalancato sulla tela,
sembrava attendere il minuto che arrivava.
Era un minuto spento,
dimenticato in un anfratto di orologio,
arrotolato su se stesso come un nastro
e poi lasciato lì
sotto la federa
o sulle pieghe di un lenzuolo steso.

Sotto le pieghe scivolava l’Orca,
l’Orca dei giorni inerti, i giorni vuoti,
i giorni in cui si fanno voti
ai santi e dei tuoi pianti
si scuciono gli incanti.
Sentivo il tempo che si contorceva,
l’aria squamosa farsi di serpente,
all’orizzonte scivolava la canea
e le donne andavano su e giù
parlando di Picasso.

«Ferma la ruota» sussurrava il nano.
«Ferma la ruota e scivola nei solchi
della macina.»
Non lo ascoltavo, chiudevo le valigie,
davo vapore agli ingranaggi della sfera.
Piegato in due sopra le piume del cuscino
il nano misurava le distanze,
tracciava pagine di cubiti stellari,
immaginava la follia di arche titaniche
messe alla fonda lungo l’orbita di Urano.

Ma erano calcoli di numeri imprecisi,
somme di cui non si sapeva dar la prova:
così la ruota girava senza sosta,
il vapore saliva verso il cielo,
la macina strideva lungo i solchi.
Svelto alla colubrina ardeva il giorno,
pietra focaia, vascello di fornace,
il sole come miccia incandescente.

«Acqua alle corde» gridava il demiurgo,
ma lo stridio dei nervi urtava l’aria,
scuoteva ai muscoli la doppia insellatura.
Sotto la folgore brillavano i levrieri
scolpiti in cera, pudicamente muti,
eterizzati da fosfeni di tempesta.
Onice, smalto, occhi lucidi:
su muri d’ombra scivolava rauco
il muto grido della salamandra.

(Stefano Bandera) © riproduzione riservata

 

Annunci

One thought on “La salamandra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...